LA SCALA

IL TEATRO “LA SCALA”

La Scala

Uno dei più prestigiosi teatri d’opera del mondo La Scala si trova a Milano.

E costruito tra il 1776 e il 1778 per poi subire numerose modifiche nel corso degli anni.

Il Teatro alla Scala e realizzato per ordine di Maria Teresa d’Austria.

Doveva essere il più grande teatro, tanto che la stessa Opera di Vienna venne costruita sul suo esempio.

Nel luogo in cui sorge il Teatro Regio di Villa Reale, all’epoca si ergeva il Teatro Ducale, devastato da un incendio che scoppiò nel febbraio del 1776.

La sua distruzione fu la causa della nascita del Teatro alla Scala, che prese il nome dalla chiesa trecentesca di Santa Maria della Scala.

Nel 1778 e inaugurato con l’opera “l’Europa riconosciuta” di Antonio Salieri.

Con Napoleone e abolito il palco reale

Nel 1807 il teatro e rinnovato grazie a degli ornamenti sulla volta e sui palchi come medaglioni e leoni alati. Nel 1813 sono aumentate le dimensioni del palcoscenico a spese di alcuni edifici demoliti in quella che oggi si chiama via Verdi.

La facciata è la parte meno modificata di tutte: gli elementi architettonici principali sono il timpano, le semicolonne e le paraste. Il portico e la terrazza sono importanti per la diffusione dei suoni.

Per gli interni si ispirarono alla reggia di Caserta, ma, per poter ottenere un’acustica migliore, le curvature e le decorazioni erano differenti.

La sala era a forma di ferro di cavallo, cosa che la contraddistingue, ed è il modello di teatro all’italiana.

Il palcoscenico precedentemente era di circa trenta metri di lunghezza e ventisei di larghezza e si prolungava dopo la ristrutturazione in sala fino a dove oggi c’è l’orchestra (la cui fossa venne scavata agli inizi del XX secolo).

Vi sono quattro ordini di palchi e due gallerie. I primi tre presentano 18 palchi a sinistra e 18 a destra; il quarto ordine ne conta 39 (i tre palchi occupano lo spazio che negli ordini sottostanti è adibito esclusivamente al palco reale). Su entrambi i lati del proscenio si affacciano altri quattro palchi, che corrispondono ai primi quattro ordini.

                                                            

Precedente L'architettura nel Trecento Successivo LA CHIESA DI SANTA MARIA